Il Parco Regionale dell'Adda Sud

Fiume AddaIl corso dell'Adda si snoda, nella sua parte meridionale, tra depositi alluvionali. I terrazzi più antichi, di età olocenica, sono i più distanti dal letto fluviale, mentre i più recenti degradano lentamente verso l’asta del fiume. Il territorio protetto comprende, oltre ai boschi rivieraschi, anche zone palustri costituite da lanche" e "morte" che il fiume ha formato nel tempo, cambiando percorso...

 presentazione parco

Amministrazione

Amministrazione

La Comunità del Parco, composta da un rappresentante per ciascuno degli enti consorziati, dal sindaco e dal presidente della provincia (rappresentati da un Consigliere o da un Assessore), è l’Organo di indirizzo e controllo politico-amministrativo del Parco; elegge e revoca il Presidente e i membri del Consiglio di Gestione, nomina i componenti del collegio dei revisori dei conti e del comitato tecnico-scientifico, adotta i piani, ecc.

Il Consiglio di Gestione, è composto dal Presidente e da quattro membri, eletti dalla Comunità del Parco, uno dei quali su designazione della Giunta Regionale, tra amministratori, esperti o personalità di rilievo del territorio degli Enti locali interessati dal Parco. I componenti, eletti dalla Comunità, in carica per 5 anni, predispongono il bilancio di previsione e approvano le variazioni di bilancio, approvano il programma dei lavori pubblici, il Segretario, i dirigenti, il vicepresidente e affidano le consulenze.

Il Presidente, eletto dalla Comunità, ha la rappresentanza penale e amministrativa del Parco, cura le relazioni esterne, sovrintende agli uffici e servizi consorziati, promuove azioni possessorie, ecc.

Il Revisore dei Conti, iscritto al Registro dei Revisori Contabili, è nominato dalla Comunità del Parco, dura in carica cinque anni, esercita il controllo sulla gestione economica e finanziaria dell’Ente, svolge i compiti indicati dal Decreto Legislativo n267/2000 e dal Regolamento di Contabilità.

Concorrono alla correttezza amministrativa e all’efficienza della gestione il Direttore, del Parco scelto dal Presidente, sentito il Consiglio di Gestione, tra gli iscritti nell’elenco dei direttori definito dalla regione. L’incarico di Direttore è conferito con contratto di diritto privato, che ne stabilisce anche la durata, compresa fra tre e cinque anni; altre figure dirigenziali previste dalla pianta organica. I Dirigenti predispongono gli atti di indirizzo generale e i provvedimenti di competenza degli organi collegiali.
Il Segretario, in carica per massimo quattro anni rinnovabile ed è scelto tra persone che abbiano provata competenza in materia amministrativa e contabile, deve redigere i verbali degli organi deliberanti, il parere di legittimità e regolarità contabile, il rogito dei contratti, ecc.

Visualizza l'organigramma