Il Parco Regionale dell'Adda Sud

Fiume AddaIl corso dell'Adda si snoda, nella sua parte meridionale, tra depositi alluvionali. I terrazzi più antichi, di età olocenica, sono i più distanti dal letto fluviale, mentre i più recenti degradano lentamente verso l’asta del fiume. Il territorio protetto comprende, oltre ai boschi rivieraschi, anche zone palustri costituite da lanche" e "morte" che il fiume ha formato nel tempo, cambiando percorso...

 presentazione parco

Tesi

Di seguito è possibile consultare l'abstract delle tesi dei laureati che hanno collaborato con il Parco Adda Sud per la realizzazione del proprio elaborato finale.

  • Dott. Francesco Zonca
    La flora delle zone umide del parco dell'Adda sud: il caso studio della riserva naturale orientata "Adda morta - lanca della rotta" (Castiglione d'Adda - LO) (vedi)
  • Dott. Mauro Gobbi
    Biodiversità degli artropodi terrestri in prati a differente conduzione agricola (vedi)
  • Dott.sa Laura Marziali
    Caratterizzazione ecologica e biologica dei macroinvertebrati nel tratto potamale del fiume Adda, con particolare riferimento ai ditteri chironomidi (vedi)
  • Dott.sa Francesca Addario
    Studio degli effetti della dismissione e della modificazione delle pratiche agricole e zootecniche tradizionali sulle popolazioni di rondine (vedi)
  • Dott. Matteo Luigi Bosetti
    Effetto della distribuzione delle colture erbacee nell'intorno dei siti di nidificazione della rondine (Hirundo rustica) (vedi)
  • Dott.sa Silvia Ladina
    Limite degli alberi nell'appennino settentrionale: microclima e rigenerazione di fagus sylvatica (vedi)