Il Parco Regionale dell'Adda Sud

Fiume AddaIl corso dell'Adda si snoda, nella sua parte meridionale, tra depositi alluvionali. I terrazzi più antichi, di età olocenica, sono i più distanti dal letto fluviale, mentre i più recenti degradano lentamente verso l’asta del fiume. Il territorio protetto comprende, oltre ai boschi rivieraschi, anche zone palustri costituite da lanche" e "morte" che il fiume ha formato nel tempo, cambiando percorso...

 presentazione parco

Centri ParcoCentro Parco di Villa Pompeiana

Centro Parco di Villa Pompeiana

villa-pompeianaIl Centro Parco di Villa Pompeiana si trova nell'ex-oratorio di San Michele, una chiesetta originaria del XII° sec. acquisita in proprietà dal Parco Adda Sud nel 1992 e situata a pochi passi dalla Riserva Naturale il Mortone, un antico alveo del fiume Adda che racchiude un'importante area umida molto evoluta, vasta circa trenta ettari, colonizzata da canna palustre e caratterizzata da affioramenti spontanei d'acqua che rapprensentano un punto di ritrovo per numerose specie di uccelli.
La Riserva Naturale costituisce un ottimo esempio di quelle paludi che, sotto la denominazione di Lago Gerundo, rappresentavano il tipico ambiente lodigiano prima dell'attuazione delle bonifiche iniziate dai monaci cistercensi e benedettini e proseguite, nel 1220, con la creazione del canale Muzza. Più precisamente, il lago Gerundo si trovava nell'area compresa tra l'attuale corso del fiume Adda e la scarpata che delimita il territorio cremasco, entro cioè una linea ideale intermedia tra l'Adda attuale e il Serio.retro villa Secondo una leggenda dell'Alto Medioevo, nel lago Gerundo viveva il drago Tarantasio, vero terrore per gli abitanti del luogo: il drago si avvicinava alle rive nutrendosi di piccoli mammiferi e bambini, con il suo alito inquinava l'acqua ed era causa di epidemie. Un giorno arrivò un valoroso cavaliere, il fondatore della famiglia Visconti, che uccise il drago e adottò il biscione come simbolo della sua casata. Secondo una credenza popolare si racconta che il drago fosse poi stato trasportato come trofeo in una chiesa della pianura lombarda. Parco Villa Nel 1977, presso il Mortone fu rinvenuta una piroga monossile, ossia un'imbarcazione molto primitiva, costituita da un unico, enorme tronco d'albero appositamente scavato. Dopo la pulitura e le analisi al radiocarbonio, risulta che la piroga risale al 490 d.C.
Presso il Centro, all'interno della saletta riunioni, si trovano diverse specie di animali imbalsamati che compongono la tipica fauna del parco, mentre nelle aree di pertinenza sono presenti un parchetto giochi per bambini e ampi spazi utilizzati per attività didattiche.

Informazioni generali

Il centro è aperto in occasione di attività ed eventi programmati, pubblicati sul sito e/o nel calendario. Per le visite di gruppi o scolaresche è necessario contattare gli uffici del Parco al numero 0371/411129.
L'area è dotata di parcheggio per le auto ed è accessibile alle persone diversamente abili.

Come raggiungere il Centro

Strada Provinciale 16d Villa Pompeiana, frazione di Zelo Buon Persico (LO).
Attenzione: l'ingresso al Centro si trova sulla curva che costeggia la piccola collina. La posizione esatta è indicata sulla mappa goole qui sotto.
Il centro è raggiungibile anche attraverso la pista ciclabile che proviene da Lodi. SP16d Villa Pompeiana, frazione di Zelo Buon Persico (LO).

Stampa